OLYMPUS >
YUTAKA IIJIMA

YUTAKA IIJIMA

Penso che le mie foto del firmamento siano un'estensione dell’atto di vedere. Sicuramente, voglio mantenere l'emozione che provo quando ammiro un panorama stellato, catturandone la bellezza così come la percepiscono i miei occhi. Ma il vero fascino di fotografare il cielo stellato è scoprire la bellezza delle stelle che possono essere viste solo nelle fotografie che hai scattato loro."

Ad esempio, posso catturare il colore e la forma della Via Lattea con estrema chiarezza, mentre i nostri occhi possono vedere solo un oggetto sfocato. Posso mostrare le tracce dello spostamento diurno delle stelle, impercettibili all'occhio umano, o una pioggia di meteoriti in una singola immagine. Voglio trasmettere la mia passione per le stelle e lo spazio oltre ciò che vedono i miei occhi. La mia passione per i panorami stellati è stata il motivo originale per il quale mi sono dedicato alla fotografia.

L’M.ZUIKO Digital ED 7-14mm 1:2.8 PRO è perfetto per scattare foto del cielo, che è talmente grande che perfino un obiettivo con un campo visivo di 90° non è sufficiente. Il cielo stellato è un insieme di punti di luce all’infinito, il che rende molto difficile per un obiettivo riuscire a fotografarlo. Diversi tipi di aberrazioni che non sarebbero percettibili nell'immagine di un soggetto tradizionale possono avere un enorme impatto sulla nitidezza delle foto di un cielo stellato. Queste immagini possono facilmente risultare piatte e spente, quindi cerco di spingere al massimo l’immagine senza però sacrificare il contrasto, ma così facendo la perdita della luce periferica delle stelle circostanti diventa un problema. Con il il 7-14mm 1:2.8 PRO, posso mantenere il diaframma a tutta apertura con qualsiasi lunghezza focale, per avere una nitidezza perfetta dei panorami stellati fino quasi ai bordi dell’immagine.

YUTAKA IIJIMA

YUTAKA IIJIMA

Giappone

Nato nel 1958, Iijima iniziò a lavorare come fotografo per un'agenzia pubblicitaria dopo essersi laureato. Decise di diventare fotografo freelance nel 1986, lavorando principalmente nel campo della pubblicità, delle riviste e di altre pubblicazioni. Oggi contribuisce con immagini e articoli a numerose riviste specializzate nel campo della scienza e dell'astronomia.