OLYMPUS >

GALLERIA PRO

Takehiko Sato

Takehiko Sato

Le forme di vita che popolano il nostro mondo sono assolutamente varie e in alcuni casi avvolte dal mistero. Le piccole creature che brillano di una luce nascosta e le loro affascinanti storie continuano ad incantarmi. Amo il mondo di queste creature e desidero descriverne la profondità. Per questo ho intrapreso il mio viaggio nel paradiso delle foreste tropicali del Borneo.

Per raggiungere la valle che avevo scelto come destinazione, mi sono arrampicato per ore attraverso la giunga ripida, calda e umida. Dovendo portare con me l'attrezzatura da campeggio, l'apparecchiatura fotografica doveva essere quanto più compatta e leggera possibile. Sebbene il peso che potevo trasportare era limitato, sono stato in grado di portare con me tutto il necessario, grazie alla compattezza e alla leggerezza del sistema OM-D.

Il primo aspetto che ho notato dei miglioramenti della E-M1 Mark II è stata l'elevata qualità delle immagini quando fotografavo con sensibilità ISO elevate. La giungla era più scura di quanto mi aspettassi e in diverse situazioni era necessaria un'elevata sensibilità. Ma la E-M1 Mark II mi ha consentito ugualmente di ottenere una buona qualità delle immagini anche quando ho dovuto aumentare la sensibilità a 4000 ISO.

Per questo viaggio ho portato con me il 300mm 1:4.0 IS PRO e utilizzando la tecnologia Sync IS su 5 assi sono stato in grado di fare riprese senza cavalletto in un modo che non mi era mai stato possibile in precedenza. Questo obiettivo non è solo un ottimo tele, è eccellente anche per le foto macro e mi ha permesso di catturare nitidamente i dettagli più minuti di una Heliocypha perforata azzurra che ho incontrato in una palude.

L'AF ad alta velocità ed elevata precisione ha piacevolmente catturato i movimenti di una farfalla Papilio crino che passava di fiore in fiore, mentre la nuova funzione Pro Capture ha fatto meraviglie quando fotografavo gli uccelli che si alzavano in volo. E naturalmente l'affidabile costruzione antispruzzo e antipolvere rendono questa fotocamera una partner senza uguali quando si fotografa sul campo in condizioni difficili.

Takehiko Sato

Takehiko Sato

Giappone

Sato ricerca ovunque la natura e la vita nascosta, tanto nei luoghi vicini quanto in quelli esotici, come le giungle tropicali. Negli ultimi anni le sue fotografie scattate nei territori del santuario Meiji Jingu sono state pubblicate nel libro fotografico Meiji Jingu: Forest of Life e dalla rivista National Geographic.